Europei 2019. Carraro: «Vincerà il buon senso in nome dei Giocatori»

europei padel, padel

 

L’importanza dei giocatori e la grande novità in arrivo agli Europei

 

Roma, 9 settembre 2019 – Non ama le polemiche, ma il rispetto delle regole. Non forza l’approccio ottimistico, ma confida nel buon senso. Luigi Carraro, presidente della Federazione Internazionale di Padel (FIP) ricorda che il Padel è uno sport “giovane” e in piena espansione che necessita di adeguamenti e aggiustamenti. E, in quanto “giovane”, è fisiologico che qualche polemica possa sorgere.

L’IMPORTANZA DEI GIOCATORI

La polemica in questione è la bizzarra iniziativa della neonata European Padel Association, una sorta di federazione europea, di lanciare un “campionato” europeo in Portogallo, nelle stesse date in cui la FIP ha organizzato la XI edizione dei Campionati europei di Padel a Roma. La FIP non è certo rimasta a guardare, avvisando gli organi competenti in materia. Ma soprattutto Carraro pone l’attenzione sui giocatori. «Si parla sempre di tutto, ma spesso si ci dimentica dei giocatori», fa presente a PadelNostro il numero uno del Padel mondiale. «Il Padel è dei giocatori. Senza i giocatori, che fanno sacrifici quotidiani, che si allenano, viaggiano, investono il loro tempo e che ci offrono lo spettacolo che fa innamorare tutti noi appassionati, il Padel non esisterebbe. Ed è per questo che i giocatori vanno rispettati. E questa vicenda non fa altro che danneggiarli. Perché i giocatori devono avere la possibilità di competere tra loro. Tra tutte le nazioni. Questa edizione dei Campionati Europei sarà un edizione straordinaria, con tutte le istituzioni mondiali dello sport presenti durante l’evento, con sponsor importanti, con grandi eventi e i giocatori avranno la possibilità di mostrare a tutto il mondo lo spettacolo che offre il nostro sport” .

E, proprio pensando ai giocatori e alla globalizzazione del Padel, che recentemente la FIP ha lanciato il nuovo ranking unico (l’unificazione delle classifiche della FIP e del World PadelTour, ndr) e un nuovo circuito denominato FIP Padel Tour. «Questo permetterà la partecipazione a diverse competizioni internazionali – organizzate dalla FIP – di diversi paesi e giocatori che potranno misurarsi tra di loro; per esempio, in questo momento si sta svolgendo un torneo FIP, in Polonia» spiega Carraro. Inoltre, grazie al ranking unico, i giocatori di diversi paesi potranno – attraverso la partecipazione ai tornei FIP – accedere al Circuito del World Padel Tour. «I giocatori devono riacquistare la centralità che meritano» conclude il presidente.

LA TV INTERNAZIONALE

Sugli Europei di Padel, in programma al Bola Padel Club di Roma dal 4 al 9 novembre (quelli Ufficiali, riconosciuti dalla FIP) Carraro anticipa che «una importante emittente internazionale manderà in diretta la competizione. Insieme a Comitato Padel della Federazione Italiana Tennis (presieduto da Gianfranco Nirdaci, ndr) e alla Società che organizzerà l’evento (Acme, ndr) stiamo definendo gli ultimi dettagli di questo accordo “storico” che porterà i Campionati Europei di Padel sugli schermi di uno dei più importanti network televisivi mondiali. Per tutte queste ragioni sono sicuro che alla fine a vincere sarà il buon senso».

 

Buon Padel

Silvia Sequi 

 

Share
Settembre 9, 2019

Tag:, , ,